Faculty Member

Per la versione in italiano cliccare

 

Barbora Kohoutkova

Master Teacher,
Principal Dancer/First Soloist 
with Hamburg Ballet,
Bavarian State Ballet,
Boston Ballet, et al.
for 15 years total

 

 

Prepare to improve tremendously and to work hard in Barbora Kohoutková’s classes, brought to you by Palermo Ballet Summer Intensive. Barbora will be teaching Ballet, Pointe, Repertoire, and Gyrokinesis® / Conditioning

 

Partnered by Roberto Bolle: in Nuage, choreography by Jiří Kylián, in 2001 (left) and in Balanchine‘s Tchaikovsky Pas de deux, in 2000 (right). Over the years Barbora has also partnered with Friedemann Vogel, Denis Matvienko, Semyon Chudin, Iñaki Urlezaga, Roman Lazík, and others

 

Throughout her career Barbora Kohoutková had the opportunity to work with many renown Ballet Masters, pedagogues, and choreographers. Today she enjoys passing this treasure trove of personal knowledge to her students.

 

Barbora has been continuously teaching as a Ballet Master at Finnish National Ballet, the same Company that offered her a prestigious contract for her very first job in 1996: a Principal Dancer at the age of 17, something of a rarity in the tough world of ballet hierarchy. She also teaches at Vienna Opera and Ballet, National Ballet of Prague, and Academy of Performing Arts in Prague. In the last decade, the English National Ballet School, Harvard University Dance Program, Tokyo Ballet, National Ballet of ChinaChina Beijing Dance Academy, et al. have all invited her to teach for them for extensive periods of time. 

 

In Le Corsaire Pas de deux partnered by Iñaki Urlezaga, in 2002 (left) and as Titania in Heinz Spoerli’s Midsummer Night's Dream, in 2013 (right)

 

Born in Prague (in then Czechoslovakia, now Czech Republic), the talented child-prodigy Barbora Kohoutková started ballet training at the very early age. At 4 years old, she was chosen by a pre-ballet school of the National Theater in Prague. At the age of 10, accepted to the Prague Dance Conservatory where she studied for 7 full years. 

 

Barbora has won a number of covetable international prizes: Grand Prix of the 1994 International Ballet Competition in Paris, Silver Medal at the 1994 International Ballet Competition in Varna, Gold Medal and Grand Prix at the 1995 International Ballet Competition in Helsinki, Prix espèces (a cash prize) at the 1995 Prix de Lausanne, and Gold medal and Grand Prix at the 1996 New York International Competition

 

In a contemporary piece titled Invisible Grace, by Yaroslav Ivanenko, in 2014. Partnered by Breno Bittencourt

 

At 17, she was immediately hired as a Principal Dancer by the Finnish National Ballet in Helsinki, having impressed the Artistic Management by winning an important competition in Finland. She went on winning two more prestigious awards in that country: the Fazer Prize, in 2000, and the Philip Morris Best Artist Award, in 2002.

 

Later, Barbora danced in Munich and in Boston, and was soon hired as the First Soloist of Hamburg Ballet, under the direction of the legendary John Neumeier.

 

As Blue Ballerina in Ballet Pathétique choreographed by Jorma Uotinen, in 2011 (left), and as Hermia in John Neumeier’s Midsummer Night’s Dream, in 2006

 

Barbora Kohoutková’s repertoire included all the important classical and neo-classical roles: Aurora in both Petipa’s and Nureyev’s versions of Sleeping Beauty, Juliet in John Cranko’s Romeo and Juliet, Odile-Odette in Bourmeister’s Swan Lake, both the roles of Tatiana and Olga in John Cranko’s Onegin, Gisele in Sylvie Guillem’s Giselle, and many others

 

Performing the title character of the ballet Charlotte (both left and right), choreographed by Jiří Horák, in 2011

 

Barbora has graced many of the important world stages: she guested at Bolshoi in Moscow, Mariinsky in St. Petersburg, La Scala in Milan, Tokyo World Ballet Festival, as well as in Paris, Rome, Verona, Florence, Palermo, Osaka, Nagoya, to name a few.

 

Barbora dancing Raymonda, in 2002 (left), and the title role of Charlotte (right), in a ballet choreographed by Jiří Horák, in which she was partnered by Petr Münch, in 2011


“The luckiest thing that ever happened to me was meeting my teacher Ingrid Němečková. She was the person who prepared me for the international performing career more so than the school. She always stood by me, trusted and supported me, sent me to competitions even when the management wasn’t in favour. She equipped me with skills needed to become successful in the world, even though there was still much to learn after the schooling ended... but I consider this normal: a good dancer knows one must never stop learning, it is a constant process,” Barbora says.

 

Once again, in the Invisible Grace in 2014, partnered by Breno Bittencourt (left), and in Swan Lake, variation from pas de quatre from the 1st Act, in 2000 (right).

 

Sadly, this beautiful and talented Principal Dancer had to face the untimely retirement. At the age of 28, after having undergone multiple surgeries and stoically enduring much physical suffering, Barbara has left the stage to begin a rewarding career as a Ballet Master, still guesting occasionally. (Early in her career she was accidentally dropped by a partner and broke a bone, which has not heeled properly. Thus she kept dancing for years, enduring much pain and trying to manage it while continuing dancing, often heroically. Three times in her life she got through a premier thanks to the injections of a strong anesthetic, administered by the doctor waiting behind the scenes.)

 

Barbora’s personal experiences of injuries and injury prevention brought her to discover and specialize in Gyrotonic® and Gyrokinesis®, becoming an instructor and an expert in the field. She owns the Art Movement Studio in Prague, where she helps ballet dancers maintain their bodies in the best possible working order.

 

Teaching a MasterClass in Prague, Czech Republic

 

In addition to learning ballet technique and getting Barbora’s help with the lines and a deeper understanding of ballet, there is so much young students can learn from her, to prevent injuries and to learn listening to their own bodies, seriously and attentively.

 

 

 

 

 In italiano 

Barbora Kohoutkova

Master Teacher,
Prima Ballerina/Prima Solista 
con Hamburg Ballet,
Bayerische Staatsballet,
Boston Ballet ed altri, 
per 15 anni di carriera

 

 

Tenetevi pronti a lavorare sodo durante le lezioni di Barbora Kohoutková: con lei un sostanziale miglioramento tecnico è garantito. Messa a vostra disposizione dal Palermo Ballet Summer Intensive, Barbora insegnerà le lezioni di classico, punte, repertorio e di Gyrokinesis® / Conditioning (un mix di Pilates, stretching e potenziamento).

 

Barbora con Roberto Bolle: nel ruolo di Nuage, coreografia di Jiří Kylián, nel 2001 (a sinistra) e nel ruolo di Balanchine, in Pas de Deux di Tchaikovsky nel 2000 (a destra). Nel corso degli anni Barbora ha danzato con Friedemann Vogel, Denis Matvienko, Semyon Chudin, Iñaki Urlezaga, Roman Lazík, e molti altri

 

Nell’arco della sua carriera Barbora Kohoutková ha avuto l’opportunità di lavorare con famosissimi Ballet Master, pedagoghi e coreografi. Oggi è lei a ritrovare quello stesso piacere nel trasmettere il prezioso bagaglio di conoscenza personale ai suoi allievi.

 

Barbora continua a lavorare come Ballet Master del Balletto Nazionale Finlandese, quella stessa compagnia che, nel 1996, le offrì il suo primissimo e prestigioso contratto di lavoro come prima ballerina: un evento insolito nel duro mondo del balletto, dove le gerarchie sono ancora molto presenti, se si considera che allora Barbora era una ballerina di appena 17 anni. Inoltre, Barbora insegna anche al Wiener Staatsballett a Vienna, al Balletto Nazionale di Praga e all’ Accademia delle arti dello spettacolo di Praga. Negli ultimi dieci anni, è stata invitata a insegnare per lunghi periodi anche all’English National Ballet School, all’Harvard University Dance Program, al Tokyo Ballet, alla Compagnia Accademica Nazionale di Danza di Pechino, all’Accademia di Danza di Pechino, solo per citarne alcuni.

 

 

Qui in pas de deux dal balletto Le Corsaire con il suo partner Iñaki Urlezaga, nel 2002 (a sinistra), e nel ruolo di Titania nel Sogno di una notte di mezza estate di Heinz Spoerli, nel 2013 (a destra)

 

Nata a Praga (l’allora Cecoslovacchia, oggi Repubblica Ceca), la talentuosissima enfant prodige Barbora Kohoutková ha iniziato la sua formazione artistica in tenera età. A 4 anni, viene scelta dalla scuola di balletto del Teatro Nazionale della città di Praga. A 10 anni, viene accettata al Conservatorio statale di danza della cittá di Praga dove studierà per 7 anni. 

 

Barbora ha vinto numerosi premi internazionali: dal Grand Prix del Concorso internazionale di balleto di Parigi nel 1994, alla Medaglia d'argento del Consorso internazionale di balleto di Varna nel 1994, alla Medaglia d'oro e il Grand Prix del Concorso intenzionale di balletto di Helsinki nel 1995, al Prix Espèces (un premio in denaro) del Prix de Lausanne nel 1995, e infine una Medaglia d'oro e il Grand Prix del New York International Competition nel 1996. 

 

Qui con Breno Bittencourt in una coreografia contemporanea intitolata Invisible Grace di Yaroslav Ivanenko, nel 2014

 

A soli 17 anni, diventa la prima ballerina del Balleto Nazionale Findandese di Helsinki, dopo che la direzione artistica della compagnia ne era rimasta fortemente impressionata in seguito alla vincita di un importante concorso internazionale a Helsinki. Sempre in Finlandia, vincerà altri due prestigiosi premi: il premio Fazer nel 2000 e il Philip Morris Best Artist Award nel 2002.

 

Successivamente, Barbora andrà a danzare a Monaco di Baviera e a Boston, e diventerà poi prima solista del Hamburg Ballet, sotto la direzione del leggendario John Neumeier.

 

Nel ruolo di Ballerina Blu nel Ballet Pathétique, coreografato da Jorma Uotinen, nel 2011 (a sinistra) e nel ruolo di Erminia nel Sogno di una notte di mezza estate di John Neumeier, nel 2006

 

Il repertorio di Barbora Kohoutková è molto vario e include i maggiori ruoli classici e neo-classici: Aurora del balletto La bella addormentata, sia nella versione di Petipa che in quella di Nureyev; Giulietta del balletto Romeo e Giulietta nella versione di John Cranko; Odile-Odette del Lago dei cigni di Bourmeister; i ruoli sia di Tatiana che di Olga del balletto Onegin nella coreografia di John Cranko; Giselle del balletto Giselle nella versione di Sylvie Guillem, solo per citarne alcuni. 

 

 

Nel ruolo di Charlotte nell’omonimo balletto coreografato da Jiří Horák, nel 2011

 

Barbora ha inoltre calcato i palcoscenici dei teatri più importanti al mondo: è stata l’artista ospite del Bolshoi di Mosca, del Mariinsky di San Pietroburgo, del Teatro alla Scala di Milano, del Tokyo World Ballet Festival, e di molti altri teatri importanti di Parigi, Roma, Verona, Firenze, Palermo, Osaka e Nagoya.

 

 

Barbora nel ruolo di Raymonda nel 2002 (a sinistra) e nel ruolo di Charlotte in un balletto omonimo coreografato da Jiří Horák, con Petr Münch, nel 2011 (a destra)

 

“Una delle più grandi fortune che ho avuto nella vita è stata quella di avere incontrato la mia insegnante Ingrid Němečková. È stata lei, più che la scuola, a prepararmi alla carriera internazionale nel mondo della danza. Ha sempre creduto in me, dandomi fiducia e sostenendomi, e mandandomi ai concorsi anche quando altri non erano d’accordo. È stata lei ad insegnarmi le maestrie necessarie per diventare una ballerina di successo a livello mondiale, anche se molte altre cose le ho dovute imparare dopo aver finito la scuola... ma per me questa è una cosa normale: una brava ballerina sa che non si smette mai di imparare. È un processo costante”, sostiene Barbora.

 

 

Qui ancora con Breno Bittencourt nel pezzo intitolato Invisible Grace, nel 2014 (a sinistra), e nella variazione dal pas de quatre del 1° atto de Il lago dei cigni, nel 2000 (a destra)

 

 

Purtroppo, questa bella e talentuosa prima ballerina ha dovuto ritirarsi con troppo anticipo. A soli 28 anni, dopo aver subito numerosi interventi chirurgici e per anni aver sopportato coraggiosamente il dolore fisico, Barbora ha lasciato il palcoscenico per iniziare la carriera di Ballet Master, altrettanto gratificante (continuando a partecipare a spettacoli occasionalmente, nel ruolo di artista ospite). Purtroppo, proprio all'inizio della carriera, un suo partner l’ha involontariamente fatta cadere, provocandone la frattura di un osso del piede, che da allora non è mai guarito del tutto. Barbora ha continuato a ballare per molti anni nonostante il dolore, sopportandolo eroicamente. There volte nella sua carriera, per finire le prime degli spettacoli importanti, ha dovuto ricorrere all’aiuto del dottore che aspettava dietro le quinte, con le iniezioni di un potente anestetico.

 

La sua personale esperienza di infortuni e di come prevenirli, ha portato Barbora a scoprire e specializzarsi nel Gyrotonic® e Gyrokinesis®, diventando un’istruttrice e un’esperta nel settore. Barbora ha fondato e gestisce la Art Movement Studio a Praga, dove aiuta altri ballerini a mantenere il proprio corpo nella migliore condizione possibile.

 

 

Mentre insegna una recente Masterclass a Praga, nella Repubblica Ceca

 

Oltre a migliorare la tecnica e a ricevere l’aiuto di Barbora per migliorare e allungare le linee del corpo, i suoi giovani allievi possono imparare molto altro da questa Ballet Master meravigliosa, ad esempio come prevenire infortuni e saper imparare ad ascoltare con attenzione il proprio corpo.